L’occhio dell’artista

Realizzato da  Primaria V. Oldano – Istituto Comprensivo di Alassio

Esperto: Prof.ssa Carola Maria Maccotta

Tutor: Maestra Luisella Corona

Date di svolgimento: 17/05/2019, 14.20-16.20; 13/06/2019, 9.00-13.00; 14/06/2019, 9.00-13.00; 20/06/2019, 9.00-13.00; 26/06/2019, 9.00-13.00; 12/09/2019, 9.00-13.00; 13/09/2019, 9.00-13.00; 14/09/2019, 9.00-13.00. Mostra allestita e aperta durante le ultime due settimane di settembre.

Contenuti

Le nostre scelte propongono diversi spunti di lavoro che nascono dall’esigenza di valorizzare gli spazi aperti della scuola attraverso esperienze “su campo”con la possibiltà di utilizzare zone del nostro territorio come veri e propri laboratori didattici all’aperto.

Tutto questo al fine di avvicinare i piccoli allievi alla fruizione consapevole del territorio in cui vivono.

Si è partiti dall’agire prendendo coscienza dei comportamenti passivi per poi acquisire e divulgare le regole necessarie al ripristino di abitudini che determinano lo sviluppo del processo di prevenzione, protezione e tutela del patrimonio ambientale ed artistico.

Sono stati tracciati dei percorsi-passeggiate legati alla città ed al  territorio circostante: Santa Croce, Torre di Vegliasco,   Collegiata S. Ambrogio, Chiesa di S.Anna, il Molo, Il Porto, la Cappelletta, l’Isola Gallinara, Hanno partecipato tutti gli alunni iscritti al modulo della Scuola estiva “L’occhio dell’artista” accompagnati dalla docente esperta e dalla Tutor che hanno fatto da Ciceroni” durante le uscite sul territorio. 

Lavoro di progetto

Valorizzazione degli spazi esterni alla scuola che vengono utilizzati come veri e propri laboratori didattici, fruizione consapevole del territorio in cui vivono i piccoli allievi.

Incentivazione nel bambino di atteggiamenti atti alla salvaguardia e consapevolezza del patrimonio artistico-culturale.

Prodotti finali

Costruzione di cartelloni.

Raccolta di disegni e foto di documentazione dei percorsi attuati.

Realizzazione di quadri debitamente incorniciati con la tecnica della matita “Sanguigna”, olio su cartoncino telato, acquarelli su fogli di grammatura pesante.

Produzione di lavori tridimensionali realizzati con Das, Pongo e Penna 3D.

Lavoro di squadra

Nei laboratori gli alunni hanno saputo coniugare creatività e concretezza ed hanno visto il risultato del loro lavoro concretizzarsi in una mostra semipermanente nei locali della propria scuola ricreando una sorta di “Micromuseo” dedicato alle “Opere d’arte” realizzate dai piccoli artisti. Tutti sono stati coinvolti direttamente ed attivamente sia in occasione della fase teorica che pratica/operativa in un’ottica di organicità: alcuni tempi e spazi erano autogestiti, nel senso che i gruppi hanno avuto la possibilità di organizzarsi autonomamente, è stata riconosciuta al gruppo una certa responsabilità di autodirezione anche per la forma comunicativa e la documentazione del percorso.

C’è stata una partecipazione sentita al progetto anche da parte delle famiglie che erano perfettamente al corrente delle attività realizzate ed hanno supportato alunni e docenti mettendo loro a disposizione le proprie competenze (intervento sul dialetto da parte di una professoressa alassina).

Galleria

Obiettivi

Tutelare il patrimonio storico,artistico e paesaggistico del proprio ambiente di vita.

Scoprire radici storiche nella realtà cittadina.

Rivalutare il “Dialetto” come bagaglio culturale che ognuno di noi porta sulle spalle come inevitabile ed innegabile segno di appartenenza ad un luogo, che ci identifica e ci colloca nel posto preciso della nostra storia personale. (intervento dell’ esperta)

Individuare i principali monumenti della città e dintorni.

Attivare atteggiamenti di conoscenza e di rispetto nei confronti del patrimonio artistico cittadino.

Acquisire valori e comportamenti attenti all’ambiente quali la partecipazione, il senso di comunità ed il rispetto del territorio e quindi di se stessi e degli altri.

Conoscere le principali tecniche pittoriche, del disegno, della manipolazione di materiali strutturati, impiego della penna 3D.

Metodologie

A seconda delle attività previste, il progetto ha consentito di lavorare spaziando dal piccolo al grande gruppo, dal lavoro individuale al lavoro a coppie, oppure a classe interna per i momenti di discussione comune, di brain storming e di intervento frontale delle insegnanti. Le attività si sono attivate in una sorta di parallelismo fra laboratori all’aperto e in aula finalizzati alla concretizzazione dei percorsi che trasversalmente hanno interessato svariate discipline.

Valutazione

Basata sui bisogni, adattata ad identificare ed analizzare le performance, le competenze, feedback.

Competenze Trasversali Maturate

Il percorso del Progetto ha avuto collegamenti storici, geografici, scientifici, oltre ad essere strettamente legato all’ambito artistico e linguistico.

Numerosi docenti di differenti materie hanno lavorato ad un unico progetto.